Breve storia di un mito da polso, Rolex.

Verrebbe da dire che Rolex è il re degli orologi perché su ogni suo segnatempo nel quadrante c’è una corona a cinque punte. Il che è vero! Ma di sicuro non è l’unica ragione per cui si può definire questa grande maison di alta orologeria con sede a Ginevra leader assoluta nel mercato del lusso.
Ci sono un mondo di storie che hanno costruito la fama di questo grande marchio.
Molte di queste legate alle sue origini e al genio del suo creatore.
Partiamo dall’anno 1905, dove un giovane Hans Wilsdorf ha fondato una società specializzata nella commercializzazione di orologi. Da qui nasce il mito. Hans era un uomo di estrema lucidità, intelligenza e ha avuto idee che hanno letteralmente sconvolto il mondo dell’orologeria.
Idee che hanno fondato le basi del mondo dell’orologio meccanico di adesso.
In primis una delle sue più grandi innovazioni è stato proprio il brand stesso. Gli ci è voluto tempo per elaborarlo, ma Hans è riuscito a pensare a un nome commercialmente perfetto. Corto, semplice da ricordare e da pronunciare in qualsiasi lingua. Rolex.
Inoltre Hans non credeva nel futuro degli orologi da taschino di moda a quei tempi e andando contro il mercato dell’epoca aveva investito molto nello sviluppo degli orologi da polso. Che però erano molto fragili, delicati e tendenzialmente poco precisi. Ma credendo nel suo progetto e investendo in ricerca e sviluppo era riuscito a migliorare enormemente le qualità dei suoi segnatempo, portandoli a livelli di eccellenza ben superiori agli orologi da taschino.
Aveva capito che le persone cercavano e cercano tutt’ora in un orologio un’estetica gradevole unita a grande precisione e ottima durabilità. Tutte caratteristiche che identificano perfettamente un Rolex.
Hans nella sua attività non ha solo prodotto segnatempo da polso con quelle caratteristiche, ma ha creato qualcosa di perfetto a partire dall’innovazione apportata grazie all’introduzione nel 1926 della cassa Oyster. I Rolex erano i più affidabili orologi dell’epoca perché grazie al sistema Oyster erano resistenti all’acqua in quanto ermetici. Inoltre erano solidi e il meccanismo sempre ben protetto. Potevano essere indossati per nuotare, per esplorazioni, per immersioni, per andare nella cima delle montagne più alte e il tutto senza correre il rischio che il movimento venisse compromesso. Sia per allora sia oggigiorno qualitativamente i Rolex sono orologi che garantiscono standard di affidabilità eccezionali ed è questo uno dei grandi segreti del loro successo.
Grazie a questo uomini e donne di grande valore hanno realizzato imprese grandiose negli anni con al polso un Rolex e hanno reso immortale il marchio ai giorni nostri. E ad oggi sono gli orologi più ricercati alle aste proprio perché sono realizzati per poter durare decenni mantenendo i sempre i loro standard qualitativi eccellenti.
Un’altra grande idea di Hans è stata quella alla sua morte di affidare la direzione dell’azienda a una fondazione con lo scopo di mantenere intatta la sua vision e perpetuare negli anni a venire la produzione dei migliori orologi al mondo oltre che finanziare varie opere di charity e imprese degne di nota nello sport e nella ricerca scientifica.
Rolex possiede un Heritage che nessun altro brand può vantare di possedere. Ha fatto la storia perché non si è mai compromesso e perché ha sempre puntato ad essere il migliore.
Un Rolex non è solo un orologio, ma uno strumento di qualità assoluta simbolo di una ricerca dell’eccellenza che dal 1905 ha spinto il settore dell’orologeria verso frontiere impensabili e con esso anche il mondo che lo circonda.
Per tutto questo e moltissimo altro Rolex a tutto diritto si è conquistato il titolo di re degli orologi.


SHARE

Leave a reply